Lomé (1904) la strada che porta al palazzo del Governatore. No Copyright
Lomé (1904) la strada che porta al palazzo del Governatore

Sviluppo Politico delle ex Colonie Tedesche a partire dal 1920

This post is also available in: Inglese Francese Tedesco Spagnolo Neerlandese Portoghese, Portogallo

Scritto da Dietrich Köster

COLONIE IN AFRICA

AFRICA ORIENTALE TEDESCA: (presa di possesso nel 1884/1885)

Territorio del Tanganica:
1920, alla Gran Bretagna.
1961, Stato indipendente del Tanganica.
1962, Repubblica del Tanganica.
Aprile 1964, parte della Repubblica unita del Tanganica e Zanzibar.
Novembre 1964, parte della Repubblica unita della Tanzania.
Ruanda-Urundi:
1920, al Belgio.
1962, Repubblica del Ruanda (parte nord) .
1962, Regno di Burundi, dal 1966 Repubblica di Burundi (parte sud).
Triangolo di Kionga:
1920, retroceduto al Portogallo (Africa Orientale Portoghese).
1975, parte della Repubblica popolare del Mozambico.
1990, parte della Repubblica del Mozambico.

AFRICA TEDESCA DEL SUD-OVEST: (presa di possesso nel 1884)

1920, all’Unione Sudafricana/1961, Repubblica del Sudafrica.
1990, Repubblica di Namibia.

CAMERUN: (presa di possesso nel 1884)

Camerun Occidentale:
1920, alla Gran Bretagna.
1960, parte dello Stato indipendente della Nigeria/dal 1963 della Repubblica federale di Nigeria (frazione nord).
1960, parte dello Stato indipendente della Nigeria, 1961, parte della Repubblica federale del Camerun, dal 1972 della Repubblica unita del Camerun, dal 1984 della Repubblica del Camerun (frazione sud).
Camerun Orientale:
1920, alla Francia.
1960, Repubblica del Camerun, 1961 parte della Repubblica federale del Camerun, 1972 della Repubblica unita del Camerun, 1984 della Repubblica del Camerun.
“Neukamerun” – annesso al Camerun nel 1911 – fu riallocato nel 1920 alle colonie confinanti dell’Africa Equatoriale Francese (AEF): Ciad (1960, Repubblica del Ciad), Ubanghi-Sciari (1960, Repubblica centrafricana / 1976 Impero centrafricano / 1979 Repubblica centrafricana), Medio Congo (1960, Repubblica del Congo / 1970, Repubblica popolare del Congo/ 1992, Repubblica del Congo) e Gabon (1960, Repubblica gabonese).

TOGO: (presa di possesso nel 1884)

Parte Occidentale del Togo:
1920, alla Gran Bretagna.
1957, parte dello Stato indipendente del Ghana, 1960 Repubblica del Ghana.
Parte Orientale del Togo:
1920, alla Francia.
1960, Repubblica del Togo.

COLONIE NELL’AREA DEL PACIFICO

NUOVA GUINEA TEDESCA:

A) Terra dell’Imperatore Guglielmo, Arcipelago di Bismarck, Isole Salomone Tedesche. (presa di possesso nel 1884/1885)
1920, all’Australia.
1975, parte dello Stato indipendente di Papua-Nuova Guinea.
B) Isole Marshall. (frazione della Micronesia Tedesca a nord dell’equatore, presa di possesso nel 1885)
1920, al Giappone.
1947, sotto amministrazione degli Stati Uniti come frazione del Territorio fiduciario delle Isole Pacifiche delle Nazioni Unite.
1990, Repubblica delle Isole Marshall.
C) Nauru. (Micronesia Tedesca a sud dell’equatore, presa di possesso nel 1888)
1920, all’Australia, alla Nuova Zelanda e alla Gran Bretagna. Con la tutela dell’amministrazione per l’Australia.
1968, Repubblica di Nauru.
D) Micronesia Tedesca a nord dell’equatore, escluse le Isole Marshall. (presa di possesso nel 1899)
1920, al Giappone.
1947, sotto amministrazione degli Stati Uniti come frazione del Territorio fiduciario delle Isole Pacifiche delle Nazioni Unite.
aa) dal 1990, Commonwealth degli Stati Uniti delle Isole Marianne settentrionali.
bb) dal 1994, Repubblica di Palau.
cc) dal 1990, Stati federati di Micronesia.

TERRITORIO TEDESCO DI KIAOTCHOU: (presa di possesso nel 1897/1898)

1920, al Giappone.
1922, retroceduto alla Cina.
1949, parte della Repubblica popolare cinese.

SAMOA TEDESCHE: (presa di possesso nel 1899/1900)

1920, alla Nuova Zelanda.
1962, Stato indipendente delle Samoa Occidentali.
1997, Stato indipendente di Samoa.

Annotazioni:
La Micronesia Tedesca comprendeva le Isole Marianne esclusa Guam, le Isole Palau, le Isole Caroline, le Isole Marshall e l’Isola di Nauru.
Con l’esclusione del Territorio Tedesco di Kiaotchou e del Triangolo di Kionga tutti i possedimenti d’oltremare tedeschi diventarono mandati della Società delle Nazioni nel 1920.
Togo e Camerun diventarono tutti e due mandati B e furono spartiti fra la Francia e la Gran Bretagna, come mandatari.
Inoltre il Tanganica e il Ruanda-Urundi diventarono mandati B con la Gran Bretagna e il Belgio, come mandatari rispettivamente.
L’Africa Tedesca del Sud-Ovest, la Micronesia a nord dell’equatore e le Samoa Tedesche furono poste come mandati C sotto l’autorità mandataria dell’Unione Sudafricana, del Giappone e della Nuova Zelanda rispettivamente.
Nauru, cioè la Micronesia a sud dell’equatore, fu posto come mandato C sotto l’autorità mandataria della Gran Bretagna, dell’Australia e della Nuova Zelanda come potenze mandatarie.
La Nuova Guinea Tedesca restante (Terra dell’Imperatore Guglielmo, Arcipelago di Bismarck, Isole Salomone Tedesche) fu messa come mandato C sotto l’autorità amministrativa dell’Australia.
Nel 1947, questi domini diventarono fino all’indipendenza politica Territori fiduciari delle Nazioni Unite. In quell’anno soltanto il Giappone fu sostituito dagli Stati Uniti come potenza amministrativa (Territorio fiduciario delle Isole Pacifiche delle Nazioni Unite).
Per la frazione delle Isole Marianne settentrionali l’indipendenza non è prevista. Quest’arcipelago è, a partire dal 1990, legato in unione politica con gli Stati Uniti come Commonwealth.
La cessione delle possessioni oltremarine tedesche si è svolta secondo il trattato di Versailles del 28 giugno 1919 che è entrato in vigore il 10 gennaio 1920.

Copyright Marzo 2004 di Dietrich Köster, D-53115 Bonn

banner
Close
GDPR
EU laws require that we request your consent to the use of cookies. We use cookies to ensure that our site works properly. Some of our advertising partners also collect data and use cookies to publish personalized ads.




Subscribe to our YOUTUBE channel: