CAPITOLO QUARTO: IL GOVERNO DI LUCAS VERGARA GABIRIA (che fa le funzioni), Marzo 1609-Febbraio 1610
CAPITOLO QUARTO: IL GOVERNO DI LUCAS VERGARA GABIRIA (che fa le funzioni), Marzo 1609-Febbraio 1610

Il governo di Lucas Vergara Gabiria a Ternate, 1609-1610

Gli spagnoli nelle Isole Molucche: 1606-1663/1671-1677. La storia della presenza spagnola nelle isole delle spezie

Scritto da Marco Ramerini

CAPITOLO QUARTO: IL GOVERNO DI LUCAS VERGARA GABIRIA (che fa le funzioni), Marzo 1609-Febbraio 1610

LA NOMINA DI LUCAS VERGARA GABIRIA A GOVERNATORE DI TERNATE

Agli inizi del 1609, alla morte di Juan de Esquivel, divenne governatore (che fa le funzioni di) di Ternate, Lucas Vergara Gabiria, egli si era sposato, poco prima (il giorno prima, secondo la fonte), con una orfana, figlia di un capitano che serviva con la sua compagnia a Ternate.1 Un interessante informazione sulla successione a capitano dopo la morte di Esquivel ci viene data dalla testimonianza di Fra Rroque de Barrio Nuebo, egli infatti ci informa che Acuña, in caso di morte del maestro di campo Juan de Esquivel, aveva nominato come suo successore in primo luogo Alarçon e in secondo luogo Vergara. Sembra che Alarçon rinunciò alla carica. Fernando Becerra ci fornisce qualche altro particolare (confermato anche da Baltasar (De Ega)), informandoci che furono due “provisiones” ad indicare il successore di Esquivel. Una era di Acuña, ed era stata custodita nella sede dei gesuiti, e l’altra dell’’Audiencia che alla morte di Acuña governava le Filippine, in entrambe era riportato che in caso di morte di Esquivel il governo di Ternate doveva essere affidato a Lucas de Vergara Gaviria. 2

Lucas Vergara Gabiria era un veterano delle Molucche essendo giunto dalla Spagna nelle Filippine nel 1605. La spedizione a cui partecipò Vergara partì dal porto di San Lucas de Barameda, assieme alla truppa di Esquivel. Vergara aveva partecipato alla conquista di Ternate nel 1606. A Ternate venne scelto da Acuña tra i 4 capitani che per primi sbarcarono a terra. Fu tra i primi soldati ad attaccare il bastione di Cachil Tulo, che venne conquistato, e il primo ad entrare nella fortezza principale, che era la casa del Re (il vecchio forte portoghese), facendo fuggire i nemici dalle finestre, e a porvi la bandiera spagnola.

Grazie alla sua coraggiosa condotta venne nominato sergente maggiore del campo di Ternate. Partecipò a diverse spedizioni di successo contro i ternatesi nell’isola di Halmahera. Ottenne la sottomissione di San Juan de Tolo e di Morotai. Fu molto rispettato e amato dai propri soldati per il suo coraggio e dedizione e temuto dai nemici per la sua grande aggressività. 3 Nel 1616 erano oltre 35 anni che Vergara serviva il Re di Spagna. Il 26 gennaio 1616, da Juan de Silva gli venne data l’”encomienda” del villaggio di Araut nelle Filippine. Prese parte alla spedizione di De Silva a Malacca come capo di un galeone. 4

L’ “oidor” Don Juan de la Vega, indica che l’unico soldato capace che era presente a Ternate era il sergente maggiore Vergara, egli mai aveva fallito nelle imprese che gli erano state assegnate, inoltre tutto quello che era stato conquistato dagli spagnoli fuori da Ternate lo si doveva alla sua opera. 5

I FATTI ACCADUTI NELL’ANNO DI GOVERNO DI VERGARA

Il 23 giugno 1609, arrivarono a Ternate altre navi olandesi, “tres naos olanesas com hum patacho e duas lanchas” comandate dal vice ammiraglio François Wittert. Un altro “patacho” olandese, riportò invece notizie frammentarie sulle trattative di pace tra la Spagna e l’Olanda, che poi porteranno alla tregua dei dodici anni (1609-1621).6 Gli olandesi conclusero in questo periodo anche un nuovo contratto commerciale con i ternatesi. 7

Nell’anno di governo di Vergara, gli olandesi avevano a Ternate 14 navi e e i ternatesi 60 caracoas, con le quali assediarono i forti spagnoli. Nonostante questo enorme potere messo in campo dai nemici, Vergara riuscì a migliorare le fortificazioni della città di Ternate sostituendo le mura di “fajina” con mura di “cal y canto”. Secondo la testimonianza di Torralua, questa grossa flotta olandese sembra che avesse tentato un assedio a Tidore, ma grazie alle mosse di Vergara e ai lavori di miglioramento delle difese che portò avanti con grande diligenza, gli olandesi non riuscirono a portare a termine i loro piani, e questo successe in un anno in cui nessun aiuto fu inviato a Vergara da Manila. 8

LA COSTRUZIONE DEL FORTE DI SAN PEDRO Y SAN PABLO DE DON GIL

Gli spagnoli, visto l’enorme strapotere navale degli olandesi, si sentono accerchiati, solo Tidore resta loro alleato. Gli olandesi progettarono la costruzione di un altro forte a Ternate, quasi a metà strada tra la fortezza spagnola e quella olandese, sullo stretto tra Ternate e Metara (Maitara) “está o sitio no buquerão que faz esta ilha com otra de Metara pegada com a de Tidore”. Il luogo era situato ad una lega da Ternate ed era conosciuto, secondo la testimonianza di Torralua, con il nome di Don Gil “una legua de Terrenate en el sitio que decian de Don Gil”. Ma il governatore spagnolo Vergara, venuto a conoscenza delle intenzioni olandesi, giocò d’anticipo, infatti, inviò immediatamente 80 soldati con 200 “gastadores” a fortificare il luogo. Gli olandesi tentarono di impedire la costruzione del forte, alcune navi incrociarono vicino al luogo dove gli spagnoli stavano costruendo il forte, ma furono costrette ad una precipitosa fuga dopo che gli spagnoli avevano posizionato nottetempo un cannone a guardia della posizione.

La costruzione del forte venne presto portata a termine (1609), esso verrà chiamato “San Pedro y San Pablo en el sitio de Don Jil”9 e si trovava a circa tre quarti di lega (o una lega10) dalla fortezza spagnola di Ternate, la sua posizione strategica costringeva le navi olandesi ad evitare il tratto di mare tra Ternate e Maitara. Il forte poi impediva attacchi diretti alla fortezza spagnola di Ternate e limitava anche i tentativi di fuga, numerosi nei periodi di carenza di viveri, degli schiavi e dei soldati al nemico. Con la costruzione di questo avamposto gli spagnoli si assicurarono anche una fascia di terreno libero da rischi di attacchi, e quindi dove era possibile commerciare e iniziare piccole coltivazioni. Il forte venne dotato di un cannone di grande portata.11

LE FORTIFICAZIONI SPAGNOLE NELLE ALTRE ISOLE

I lavori di fortificazione di Vergara non si fermarono alla costruzione di San Pedro y San Pablo e al miglioramento delle mura della città di Ternate. Egli fortificò nell’isola di Tidore il posto di Marieco e il forte che gli olandesi nel 1605 conquistarono ai portoghesi. Questi erano luoghi di molta importanza per la difesa dell’isola di Tidore (“hiço de nuebo los fuertes de Marieco el fuerte vejo de portugueses”). Inoltre fortificò San Juan de Tolo, Payayo e Tafongo, tutti villaggi situati sull’isola di Halmahera e da dove provenivano i viveri per le isole di Ternate e Tidore.

Vergara nel suo anno di governo sviluppò e migliorò le fortificazioni in modo considerevole, cosa che non era stata minimamente fatta da Esquivel nei tre anni precedenti. L’alfiere Torralua ci narra che egli venne inviato da Vergara a Payayo per fortificare e difendere il luogo, e che una flotta di 10 caracoa ternatesi e olandesi attaccarono il posto senza successo. Il forte di Payayo venne praticamente ricostruito di nuovo ed assieme a quello di Tafongo permatteva il regolare afflusso di viveri alle guarnigioni spagnole delle isole di Ternate e Tidore. 12

UNA NUOVA FLOTTA OLANDESE

Un altra flotta olandese giunse a Ternate il 25 settembre 1609, era quello che restava della spedizione comandata dall’ammiraglio Pieter Willemsz. Verhoeff, che aveva subito un grave rovescio nelle isole Banda dove lo stesso Verhoeff aveva perso la vita assieme a molti suoi soldati. 13 Gli olandesi, dopo la morte di Verhoeff, furono comandati dal vice ammiraglio François Wittert, che giunse con la sua flotta a Ternate. Nel 1609 costruirono un forte nell’isola di Moti, situata tra Tidore e Maquiem (Machian), l’isola è ricca di chiodi di garofano.14

LA PRESA DI BACHAN DA PARTE DEGLI OLANDESI

Il 30 novembre 1609, gli olandesi comandati dal capitano Simon Jansz Hoen occuparono l’isola di Bachan, conquistando il piccolo forte spagnolo di Labuha.15 Nel combattimento per la conquista del forte, vennero uccisi 16 soldati spagnoli “sin otros naturales”.16 In questa occasione gli olandesi stipularono un contratto di mutua assistenza con il re di Bachan contro gli spagnoli e i portoghesi. 17 Sembra che la presa di Bachan sia stata agevolata dal tradimento del re dell’isola. A difesa della fortificazione erano 17 soldati spagnoli e alcuni casados portoghesi che si erano stabiliti nell’isola. Essi, al sopraggiungere degli olandesi, vennero invitati a fuggire dal re che poi però aiutò gli olandesi a catturarli, alcuni soldati furono uccisi altri vennero fatti prigionieri. Anche il sangaje di Bocanora si sottomise agli olandesi. 18

Interessanti particolari su una spedizione spagnola in aiuto a Bachan, ci vengono riferiti in un documento presente nell’archivo General de las Indias di Siviglia, secondo questo documento (che non indica una data precisa ma con grande probabilità è certamente riferita a questo episodio) una spedizione spagnola venne inviata a soccorso del Re di Bachan. La spedizione era comandata dal capitano don Juan de Espinosa y Sayas, a capo di un imbarcazione era Juan de Azevedo e vi prese parte anche Juan de la Umbria. La spedizione era composta dalla galera capitana con 70 soldati a bordo e da 5 caracoas. Dopo lo sbarco nell’isola gli spagnoli subirono un imboscata da parte delle truppe olandesi e ternatesi, ma la reazione degli spagnoli riuscì a mettere in fuga i nemici che subirono anche delle perdite. 19

LA SITUAZIONE ALLE MOLUCCHE NEL 1610

All’inizio del 1610, quando Vergara lascia la carica di governatore di Ternate a Cristóbal de Azcueta Menchaca, gli olandesi hanno le seguenti fortificazioni nelle Molucche:20

Makian (Maquién): 3 forti

Bacan (Bachán): 1 forte

Moti (Motel): 1 forte

Ternate: 2 forti

Taliabu, isole di Sula (Taliavo): 1 forte. Qui sembra da altre fonti che gli olandesi non avessero all’epoca un forte, ma soltanto un mercante residente.

Secondo una lettera di Adriaan Corsz, datata 1610, circa 450 soldati olandesi erano stanziati nelle guarnigioni dei forti delle isole di Ternate, Bachian, Makian e Moti. 21 In questo periodo gli olandesi tentarono con attacchi alle basi spagnole nelle Filippine di tagliare i rifornimenti per le Molucche di modo che le guarnigioni spagnole di Ternate fossero costrette alla resa per fame. 22

Nel mese di novembre 1609 (giunsero a Oton il 27 ottobre) gli olandesi tentarono un attacco contro Ilo Ilo sull’isola do Oton con 5 imbarcazioni. Giunse a soccorrere il porto il sergente maggiore Fernando de Ayala (nominato capitano e sergente maggiore del campo di Ternate23, con una compagnia di soldati che era in rotta per Ternate. Gli olandesi si ritirarono passando a Cavite e poi alla Playa Honda nel porto del Frayle, dove attuarono un blocco del porto catturando tutte le imbarcazioni che arrivavano. Nell’aprile 1610 gli spagnoli passarono al contrattacco, il giorno 24 avvenne a Playa Honda lo scontro decisivo nel quale gli olandesi vennero duramente sconfitti. Tra gli altri nello scontro navale a Playa Honda, fu ucciso il vice ammiraglio olandese François Wittert. 24

Vergara nell’aprile del 1611 si trovava di nuovo a Ternate come risulta dalla “certificacion” presente nelle “informaciones” di Fernando Centeno Maldonado, datata Ternate, 9 aprile 1611. Probabilmente era giunto a Ternate con la spedizione di Juan de Silva. 25 In seguito andrà a Manila dove inutilmente chiederà il permesso di poter ritornare in Spagna. Nel 1611 presenterà una petizione in cui chiederà la concessione di un “terçio” di fanteria spagnola nei governi di Cartgena o La Hauana (L’Avana) e di un abito di Santiago oltre a una rendita per i suoi servigi. Il parere dell’audiencia del luglio 1611, è che gli venga concessa una delle cose che chiede. 26

Vergara ritornerà a Ternate nel 1617 nuovamente con l’incarico di governatore. 27

Scritto da Marco Ramerini.

Questo studio è formato da 11 capitoli:

1: I primi contatti degli spagnoli con le Molucche

2: La conquista di Ternate

3: Il governo di Juan de Esquivel, Maggio 1606-Marzo 1609

4: Il governo di Lucas de Vergara Gabiria (che fa le funzioni), Marzo 1609-Febbraio 1610

5: Il governo di Cristóbal de Azcueta Menchaca (che fa le funzioni), Febbraio 1610-Marzo 1612

6: Il governo di D. Jerónimo de Silva, Marzo 1612-Aprile 1617

7: Il governo di Lucas de Vergara (Bergara) Gabiria (secondo termine), Aprile 1617-Febbraio 1620

8: Il governo di D. Luis de Bracamonte (che fa le funzioni), Febbraio 1620-1623

9: Il governo di Pedro de Heredia, 1623-1636

10: Il governo di D. Pedro Muñoz de Carmona y Mendiola (che fa le funzioni), marzo (?) 1636-gennaio 1640

11: Gli ultimi governatori spagnoli delle Molucche

12: Bibliografia

NOTE:

1 (Doc. Mal. III p. 151 Doc. n°38) e (Doc. Mal. III p. 201 Doc. n°56, nota 4)

2 (AGI: “Informaciones Lucas de Vergara Gaviria, 1611” Filipinas,60,N.12)

3 (AGI: “Informaciones Lucas de Vergara Gaviria, 1611” Filipinas,60,N.12)

4 (AGI: “Confirmación de encomienda de Araut, 25-06-1618” Filipinas,47,N.9)

5 (Pastells “Historia general de Filipinas” tomo VI (1608-1618) p. xli AGI 67-6-20)

6 (Doc. Mal. III p. 159 Doc. n°41) Pastells dice che le navi olandesi giunsero a Malayo alla fine di maggio 1609 (Pastells “Historia general de Filipinas” tomo VI (1608-1618) p. lxxxii )

7 (ARA 1.04.02 inv. 550, 551. In: van Veen-Klijn “A guide to the sources…” p. 120)

8 (AGI: “Informaciones Lucas de Vergara Gaviria, 1611” Filipinas,60,N.12)

9 (AGI: “Informaciones Lucas de Vergara Gaviria, 1611” Filipinas,60,N.12)

10 (AGI: “Informaciones Lucas de Vergara Gaviria, 1611” Filipinas,60,N.12)

11 (Doc. Mal. III p. 160-161 Doc. n°41)

12 (AGI: “Informaciones Lucas de Vergara Gaviria, 1611” Filipinas,60,N.12)

13 L’ammiraglio olandese Pieter Willemsz. Verhoeff morì durante una spedizione a Banda, dove lui e molti del suo equipaggio furono vittime di un’imboscata e assassinati dai nativi dell’isola di Banda mentre negoziava con loro per la Compagnia olandese delle Indie orientali (ARA 1.04.02 inv. 552-555, 560-563 In: van Veen-Klijn “A guide to th sources…” p. 120)

14 (Doc. Mal. III p. 161 Doc. n°41)

15 (Doc. Mal. III p. 8*) e (Doc. Mal. III p. 176 Doc. n°48, nota 7)

16 (Doc. Mal. III p. 180 Doc. n°48A)

17 (ARA 1.04.02 inv. 552-555, 560-563 In: van Veen-Klijn “A guide to th sources…” p. 120)

18 (Pastells “Historia general de Filipinas” tomo VI (1608-1618) pp. lxxxii-lxxxiii)

19 (AGI: “Confirmación de encomienda de Bondoc. Juan de la Umbria. 02-10-1630” Filipinas,48,N.41) (AGI: “Meritos, Juan de Acevedo 1625” Indiferente,111,N.56)

20 (Doc. Mal. III p. 176-177 Doc. n°48)

21 (Van de Wall p. 257)

22 (Pastells “Historia general de Filipinas” tomo VI (1608-1618) p. lxxx)

23 (vedi: AGI: “Meritos, Fernando de Ayala, 27-07-1643 Indiferente,112,N.47)

24 (Pastells “Historia general de Filipinas” tomo VI (1608-1618) pp. lxxix-lxxx e lxxxiii-xciii AGI 67-6-20)

25 (AGI: “Informaciones Fernando Centeno Maldonado, 1615” Filipinas,60,N.18) Anche una sua dichiarazione datata Terrenate, 3 aprile 1611 ci conferma questo: “Confirmación de encomienda de San Salvador de Palo, etc.Expediente de confirmación de las encomiendas de San Salvador de Palo, Sampoetan y Ormoc en Leyte a Hernando del Castillo. Resuelto, [f] 1623-08-11” FILIPINAS,47,N.58 Blocco 2 foglio 7-8

26 (AGI: “Informaciones Lucas de Vergara Gaviria, 1611” Filipinas,60,N.12)

27 (“Carta de Lucas de Vergara Gaviria al Rey defensa Maluco, Terrenate, 31 maggio 1619” AGI Patronato, 47, R. 37) (Pastells “Historia general de Filipinas” tomo VI (1608-1618) pp. clxvii-clxviii, qui vengono riportati alcuni brani della stessa lettera di Vergara)

banner